Roma. Alla festa delle fettuccine Alfredo va in scena la solidarietà

Sulle fettuccine piu celebri d’Oltreoceano si sono scritti fiumi di parole (anche dei libri), ma quello che forse ancora mancava era un’angolazione solidale. Per il IV Fettuccine Alfredo Day, il 7 febbraio, il tema prescelto è stato “Un gesto d’amore”, che si è manifestato concretamente nella charity dinner i cui proventi sono andati alla onlus Every Child is My Child, a sostegno dell’infanzia nelle aree di crisi.

Si tratta di un’iniziativa lanciata dall’attrice Anna Foglietta nel 2017 che ha raccolto immediatamente il sostegno di tanti suoi colleghi nel mondo dello spettacolo, come Paola Cortellesi, Andrea Bosca, Martina Colombari, Vittoria Puccini (nella foto sopra), di sponsor e del pubblico. Non è un caso se proprio un piatto nato da un gesto d’amore, come le fettuccine che Alfredo di Lelio preparò per sua moglie, 105 anni fa, ancora oggi sono in grado di trasmettere quella stessa cura anche a grandissime distanze. Il progetto cui andranno i 12mila euro raccolti nella serata, tra sponsor e donazioni, è una scuola a Reyhanli, al confine con la Siria, che attualmente ospita 55 bambini.

Per Mario Mozzetti e Veronica Salvatori – gli attuali proprietari – non poteva esserci occasione migliore per ribadire la genuinità, il calore famigliare, l’attenzione ma anche la semplicità che hanno generato questo piatto, che ancora oggi viene fatto con pochissimi ingredienti: uova, burro, parmigiano e farina.

Il risultato però è un piatto eccezionalmente cremoso e morbido, che viene ottenuto da un lato con fettuccine sottilissime appena scottate nell’acqua bollente, dall’altro con burro di ottima qualità e parmigiano stagionato e grattugiato finemente. Ma non è tutto. La pasta viene prelevata, non scolata, lasciando un po’ di acqua di cottura che scioglie il burro e si presta a una mantecatura molto particolare.

Proprio la mantecatura è il segreto delle fettuccine Alfredo, e viene realizzata solo dai maestri mantecatori. Sono gesti ipnotici, ripetuti con destrezza, che vanno a mescolare le fettuccine senza spezzarle, amalgamandole con il condimento. Una tradizione che si tramanda da quando, la prima volta, Douglas Faibanks e Mary Pickford negli anni 20 la videro e se ne innamorarono. Da allora non c’è star di Hollywood che viene in visita a Roma e non passa da Alfredo, per un piatto delle sue fettuccine. Tony Curtis, che era un aficionado, addirittura amava indossare una delle livree dei camerieri per girare tra i tavoli e giocare a servire i clienti…

Per l’occasione è stata aperta una meravigliosa forma di parmigiano stagionato 36 mesi, offerta da Parmigiano Reggiano, main sponsor dell’evento. Da sempre Alfredo alla Scrofa offre piatti della cucina tradizionale romana, che di per sé non è particolarmente elaborata, ma richiede ingredienti di alta qualità.

Gustoso il tortino di patate con radicchio e bacon croccante servito come antipasto.

Il raviolo ripieno di cacio e pepe con salsa all’amatriciana di piatti tradizionali ne interpreta e fonde ben due, e il risultato è piu che piacevole.

Il filetto di manzo sul crostino con salsa ai mirtilli si accompagna bene con il carciofo alla romana, tenerissimi entrambi.

E poiché non c’è festa senza torta, si chiude in bellezza (e bontà) con una millefoglie freschissima e croccante che racchiude un’ottima crema pasticcera, guarnita con fragoline fresche.

Ero curiosa e scettica, confesso, di fronte a un piatto tanto famoso all’estero quanto sconosciuto in patria. Mi aspettavo un bluff, e mi sono ricreduta. Non solo perché le fettuccine sono effettivamente preparate con la massima cura, ma perché la stessa cura si sente negli altri piatti del locale, nell’affiatamento del personale di sala, sempre gentile e pronto, e nell’entusiasmo di Mario e Veronica, che hanno messo a disposizione un po’ del loro mondo per chi – per la guerra e le persecuzioni –  il proprio se l’è visto sparire sotto gli occhi.

Alfredo alla Scrofa, Via della Scrofa, 104/A. Roma. Tel. +39 339 4878070

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.