Una settimana a tutta birra

Chi di virus patisce, di birra reagisce: al via nonostante tutto dal 22 al 28 marzo Italy Beer Week, la settimana della birra artigianale che arriva così alla sua undicesima edizione, organizzata da Cronache di Birra.

Per i tempi correnti, tuttavia, inaugura una formula ibrida, un po’ online e un po’ in presenza.

Online, per webinar e seminari destinati ad appassionati e beerlover di tutta Italia, in formula ibrida per gli assaggi, che sono un po’ il cuore della manifestazione.

Il ballo delle debuttanti, infatti, la maxidegustazione che da sempre dà il via all’evento, si farà insieme e contemporaneamente ognuno a casa sua, con il box da 13 birre acquistabile su 1001birre.it, sito specializzato nonché tra gli sponsor dell’evento.

Non sarà come stare tutti insieme seduti al tavolo, ma nemmeno come dover immaginare sentori e sensazioni descritte dal degustatore di turno. Anche perché tra le 13 birre del box ci sarà anche quella vincitrice del premio Lallemand che va al birrificio appunto, debuttante, che ha aperto cioè nell’ultimo anno.

E visto di che anno parliamo, è un’impresa da eroi. O da folli, dipende.

Un buon compromesso, che soprattutto vuole andare incontro ai produttori, per la maggior parte piccole e piccolissime realtà che non hanno i numeri produttivi per accedere alla GDO e che sono stati quindi drasticamente colpiti dalle chiusure dei pub e delle birrerie, unico canale di sbocco, o quasi.

Nonostante tutto, sembra che il settore sia – appunto – in fermento, con numeri in crescita sia rispetto ai nuovi birrifici, sia per la sempre maggiore consapevolezza con cui il pubblico si affaccia al mondo della birra artigianale, sostenuto da buoni riscontri nel mercato interno ed estero.

“Nel 2010 in Italia si potevano contare solo 311 birrifici artigianali, attualmente sono oltre 800, con conseguente aumento esponenziale anche dei volumi di vendita nel mercato interno (il 4% del totale dei consumi di birra) e delle esportazioni”,

Parola degli gli organizzatori, AndreaTurco e Salvatore Cosenza, e allo stesso tempo si sperimentano nuovi packaging sostenibili e perfetti per gli stili più trendy, come le pastry stout e le basse fermentazioni.

Gli appuntamenti con birrifici, produttori, distributori, e tutti gli altri protagonisti del mondo brassicolo artigianale si susseguono un giorno dopo l’altro, con degustazioni, cotte pubbliche, incontri con birrai, tap takeover, presentazioni di nuove birre, webinar, dirette sui social e altro ancora.

E’ tutto facilmente consultabile sul calendario disponibile sul sito www.italybeerweek.com.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.